F.Guzzardi

Blog di inutili conseguenze e fatti casuali su contesti allegorici

 

 by F Guzzardi

Lou Reed è morto ed io mi sento sempre più solo in questo mondo, non so se avete notato, quando una celebrità va via, perdiamo un pezzo della nostra memoria, un pezzo della nostra storia – è come se ad un tratto si deframmentassero tutti i pezzi di te stesso.


  
Ci lasciamo andare ad una retorica “Bei tempi” oppure “Quelli erano veri artisti!” In realtà eravamo solo più giovane e non così felice, voglio dire .. proprio come ora ma con qualche acciacco in meno, poi il resto non e` mai invecchiato, perché accade sempre di rispolverare la chitarra chiusa nel seminterrato con il montgomery post sessantottino a strimbellare quattro accordi alla Lou Reed o nel peggiore dei casi alla  Battisti – Mogol, senza vergogna, forse abbassando di  due o tre toni, perché la voce è inevitabilmente più cavernosa, ma con la stessa emozione.E allora la vera notizia è a proposito di noi, della nostra vita, perché è totalmente grazie a questa gente se siamo sopravvissuti in questo mondo, sì! Grazie ai sogni ed ai poeti che ci hanno fatto sognare, piangere, lamentare, ma anche amare e contemplare la bellezza del suono e il magico incanto che crea una voce in linea melodica con i nostri pensieri. Quale altro magico incanto ci può dare la vita eterna, profondamente coinvolgente, e che resta con noi per tutta la vita, senza fatica e con la stessa esuberanza di quando avevi 20 anni e forse non credevi in Dio, ma credevi  in Lou Reed e la sua Sweet Jeane.

 Biografia

Lewis Allan Reed (New York, 2 marzo 1942Long Island, 27 ottobre 2013) è stato un cantautore, polistrumentista e poeta statunitense, nato negli Stati Uniti da una famiglia di origine ebraica. Reed era famoso per la voce apatica, inespressiva e decadente.[2] L’orientamento musicale e la pubblica immagine di Angelo del male lo ha accompagnato e ha riempito i media per oltre tre decenni rendendolo uno dei personaggi di punta del genere Rock.[2] Era inoltre riconosciuto come il pionere della “Ostrich Guitar”, un particolare utilizzo della chitarra elettrica sperimentato nell’album Velvet Underground & Nico.[3]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

iamvanessajbradshaw.wordpress.com

#LifeinCHRIST#NOfilth@meNORmudslingingThankyou

Soul Mysteries

is the journey of souls

Jenna Rambles

Read about stuff you honestly don't care about !

Frank Solanki

If you want to be a hero well just follow me

Love Travelling Blog

Travel diaries providing inspiration for planning the perfect trip

themessycooker

Food tips, quips, and creations

Ocean

Organic Earth foams

Amason News Information books

News, world news, information, books

Nguoidentubinhduong

Người Chia Sẻ Tri Thức Cuộc Sống

What You Blog About

Daily dose of inspirational blogging stories

Light Play ~ Revitalize

we are fish that play in a sea of light

Learnography

School of knowledge transfer for high performing students

The Art of Blogging

For bloggers who aspire to inspire

Best Dog Training Tips & Tricks

Dog Training Guidance

Passport Overused

Showing the beauty of this world through the people, places and culture

F.Guzzardi

Blog di inutili conseguenze e fatti casuali su contesti allegorici

Click Solutions Membership Site

Digital Products That Work

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: